Posts Tagged ‘movie’

An Education, mine

Dopo tanto tempo sono finalmente riuscita a vedere An Education.
Tratto dalle memorie della giornalista inglese Lynn Barber e riadattato da Nick Horby (autore di About a boy, High Fidelity), il film racconta la storia di una giovane e brillante studentessa che – conosciuto un uomo più maturo – rimane così affascinata dal suo stile di vita da mettere in crisi le certezze della ragazza e quello che pensava essere giusto per la sua vita. Un elemento esterno, l’uomo amato e  non poi così fidato, stava cambiando le sue priorità ed il sogno di entrare nella prestigiosa Oxford University.

Locandina An Education

In questi giorni ho steso la lista delle mie priorità per il 2011 e, facendolo, mi sono fatta alcune domande sulla mia education. Ho ripreso in mano la lista dei propositi del 2010  e l’ho confrontata con quella appena stesa.  Ho così piacevolmente constatato che quest’ultima è molto più bilanciata rispetto  a quella dell’anno precedente e si distingue per un grande equilibrio tra obiettivi professionali e personali. Un piccolo passo in avanti insomma per emanciparsi dalle aspettative altrui e dalle imposizioni sociali che ci costringono, alle volte, ad allontarci da come siamo realmente.
Quest’anno ho ascoltato più me stessa e l’educazione è mia, più che mai.

[Post Soundtrack “Sweet Nothin’s” – Brenda Lee]

Annunci

La saga di Twilight: vampiri in stile Moccia

Il vantaggio di vedere in ritardo di un anno il primo film di una saga è che puoi saltare i 12 mesi di attesa che precedono il seguito andando subito a vederlo nelle sale cinematografiche.
Così è successo per me con Twilight, la vampiresca storia di una giovane coppia di amanti alle prese con un piccolo problema: lei bella (tra l’altro si chiama Bella), dolce ed umana; lui affascinante, tenebroso, schivo e vampiro.

Nel primo film la giovane – sul punto di essere travolta da un auto – viene salvata dal vampiro. Il cuore comincia a battere e tutto il resto del film si sviluppa seguendo la loro storia d’amore ed i tentativi di Edward di salvare la sua amata da dei vampiri cattivi che vogliono succhiarle il sangue.
Il principe azzurro Disneyano viene così sostituito dal bello, dannato vampiro centenario che si innamora perdutamente dell’umana e che si impegnerà a difenderla (soprattutto nel secondo film).

Scordiamoci anni di lotte e battaglie per l’emancipazione femminile: Bella aspetta e vuole essere salvata aggiungendosi così alla lista dei più tradizionali personaggi femminili come la Bella Addormentata, Biancaneve e via dicendo. L’amore eterno, il tema del sacrificio ed un uomo pronto a tutto per l’amata fanno ancora sognare, almeno le più giovani, ed hanno portato il film ad incassi da record.
Non potendo fare nulla contro questo scenario “mocciano” cerchiamo di prendere ciò che può venire di buono, ossia lo stracciato romanticismo.
Coccoliamoci dunque in questa loro tenera storia d’amore: gambe, tremate! Fiati, rimanete sospesi!
E che i cuori continuino a battere aspettando di scoprire se l’impavida Bella avrà il coraggio di ripagare le fatiche del suo devoto Edward, sacrificando la sua natura umana per trasformarsi anche lei in un vampiro immortale ed invincibile.